Nell'ultimo numero di Traguardi Sociali:
Traguardi Sociali

Stai sfogliando il n.91 Settembre / Novembre

Leggi la rivista in formato pdf Cerca numeri arretrati in archivio
.PDF Numero 91 (4618 KB) Sfoglia l'archivio di Traguardi Sociali Sfoglia l'archivio di Traguardi Sociali

  Paolo VI è Santo!

Data di pubblicazione: Lunedì, 19 Novembre 2018

TRAGUARDI SOCIALI / n.91 Settembre / Novembre :: Paolo VI è Santo!

Un Pontefice che tanto teneva al MCL, cui ha rivolto storici incoraggiamenti

Paolo VI, il Papa dei lavoratori, dei popoli in via di sviluppo, il propositore del dialogo interreligioso e il sostenitore del ruolo della donna nella società contemporanea, è diventato Santo il 14 ottobre scorso. Una data storica, che il MCL, profondamente segnato nel suo cammino dagli storici incoraggiamenti di questo Papa, non poteva non rimarcare, sottolineandone la profonda valenza, non solo per il MCL stesso, per l’intera comunità cattolica e per il mondo del lavoro tutto.
Paolo VI è stato il Papa che ha visto nascere il nostro Movimento. Proprio lui ha sollecitato la formazione del MCL quale associazione al servizio del mondo del lavoro, e ispirata al Magistero e alla Dottrina Sociale della Chiesa. Le sue parole di incoraggiamento ancora oggi continuano ad illuminare il nostro percorso cristiano ed il nostro essere al servizio della società e della Chiesa. Memorabile il discorso pronunciato in piazza San Pietro l’8 dicembre del 1972, davanti a un drappello di esponenti del MCL: “Vediamo con piacere numerosi lavoratori cristiani. Vi salutiamo con affetto paterno per codesta vostra significativa presenza e vi ricordiamo con grande speranza per la vostra missione di testimonianza religiosa e sociale che, proprio in quanto lavoratori cristiani, siete chiamati a dare ovunque si svolga la vostra fatica quotidiana, in una fedeltà senza compromessi a Cristo e alla Chiesa ed in sicura fiducia di giovare così all’elevazione nella giustizia e nella dignità a tutto il mondo del lavoro”.
E ancora, come non ricordare le toccanti parole che ci rivolse nel giorno della fondazione del MCL: “Sappiamo che è presente un gruppo di lavoratori cristiani, fedeli ai principi morali e sociali, fiduciosi di portare nella propria vita e nel mondo del lavoro moderno una testimonianza di fede, di solidarietà, di rivendicazioni sociali, di elevazione morale e civile.
Vi salutiamo di cuore e ci compiacciamo con i vostri rinnovati propositi di attività. Tutti vi benediciamo, con speciale e augurale cordialità”.
Parole semplici e diritte al cuore del Movimento, cui Papa Montini ha affidato grandi compiti e riposto importanti speranze, disegnando quelle che sarebbero poi state le linee guida dello sviluppo del MCL.
Papa Montini, che tanto ha voluto bene ai lavoratori e al nostro Movimento oggi è Santo.
Una gioia, la sua canonizzazione, che ci incoraggia e riporta al tempo stesso l’accento sui tanti drammi del mondo lavoro, restituendo nuova attualità alle parole di un Papa coraggioso che non ha mai perso di vista, accanto alle difficoltà della Chiesa, il vero punto centrale, che è l’essere umano: “…non pensate mai che la Chiesa sia cieca ai vostri bisogni, sorda alle vostre voci. Ancora prima che voi abbiate coscienza di voi stessi, delle vostre condizioni reali, totali e profonde, la Chiesa vi conosce, vi studia, vi interpreta, vi difende, Anche più che voi talvolta non pensiate”, diceva a Taranto, nella Messa di Natale del 1968.
Un abbraccio caloroso, quello di San Paolo VI: un abbraccio che ancora risuona nei nostri cuori, incoraggiandoci ad andare avanti nella nostra missione.
 Torna ad inizio pagina 
Edizioni Traguardi Sociali | Trattamento dati personali